La quotidianitá dei mondi precari: lavoro come merce e dignitá

Research output: Chapter in Book/Report/Conference proceedingChapterpeer-review

Translated title of the contributionThe everyday world of precarity: labour as commodity and dignity
Original languageItalian
Title of host publicationRicerca sociale ed emancipazione
Subtitle of host publicationcampi, posizionamenti e pratiche
EditorsVincenza Pellegrino, Monica Massari
Chapter23
Pages127-130
Publication statusPublished - 28 Oct 2021
Tale contributo riporta di una ricerca sulla vita quotidiana dei genitori precari. L’assunto di base ritiene che sia proprio in tale spazio sociale che l’analisi si debba legare alle prospettive di emancipazione dei soggetti sociali. É un’analisi che parte dal «punto zero» della vita sociale di cui parla Federici (2012), dove l’attenzione analitica sui processi materiali di produzione (di beni e servizi) e sulla riproduzione sociale (della vita stessa) svela dinamiche di lotta quotidiana sia nel campo del lavoro salariato (precario) che nel lavoro di cura (con i suoi squilibri di genere). Usando la Social Reproduction Theory (SRT), tale contributo prospetta come tali dinamiche che investono il quotidiano delle classi lavoratrici siano riconducibili alla lotta di classe, dove per lotta di classe si intende una lotta quotidiana per soddisfare esigenze materiali e culturali minime. La dignitá viene legata a tale minimo attraverso le «contro-storie» dei partecipanti alla ricerca.

    Research areas

  • lavoro precario, genitori precari, classe, razzializzazione, dignitá

View graph of relations